Il

Tra gli ultimi decenni del Settecento e i primi dell'Ottocento, si affermano in Europa due importanti movimenti culturali della storia dell'arte europea: il Neoclassicismo e il Romanticismo.



...

Non hanno limiti temporali precisi ed anzi, in alcuni Paesi, per certi aspetti si sovrappongono, rendendo difficile distinguerne le rispettive poetiche.

Sono decenni di grandi cambiamenti storici: la Rivoluzione francese del 1789 afferma principi di uguaglianza che sovvertono il sistema politico e sociale costituito.

Questa idea si espande velocemente in tutta Europa, sostenuta da intellettuali e artisti. Essi sentono di dovere partecipare agli eventi, per modificarne il corso. Il Neoclassicismo è l'espressione più compiuta del pensiero illuminista: gli artisti e i letterati assumono come modello l'arte classica greco-romana e ne studiano le opere in modo metodico, catalogandole.

Nella Storia dell'Arte dell'antichità, infatti, il teorico Johann Winckelmann analizza le opere d'arte distinguendole in base ai loro caratteri stilistici. Il Romanticismo, al contrario, oppone alle rigide regole del Neoclassicismo la soggettività e la libera espressione individuale.

La restaurazione monarchica e l'affermazione di governi assolutisti in molti Paesi europei, determinano poi l'identificazione del pensiero romantico con quello della lotta per la libertà politica e per la costruzione delle identità nazionali.



...